Cerca nel blog

lunedì 5 marzo 2012

CRESCE LA VOGLIA DELL'USATO...


Cresce sempre di più la moda dell’usato e gli italiani sembrano prediligere gli oggetti di seconda mano.
L’usato, dunque, piace sempre di più, sia per questioni economiche e sia per ragioni di moda, gusto, ma anche per ragioni etiche come critica al consumismo.
Crescono i negozi specializzati in questo settore, il mercato si allarga....

Qual è la logica che si cela dietro l’usato?

Al primo posto c’è il risparmio da parte dell’acquirente che può risparmiare fino al 70% rispetto al nuovo.

L’ex proprietario, invece, oltre a liberarsi di beni che non gli servono più può ottenere un guadagno fino al 50%.

Infine il commerciante in genere trattiene una provvigione al 50% del prezzo incassato

( tenendo presente che il commerciante paga l'iva mentre il proprietario no , al netto rimana il 29% )

Quali sono i vantaggi?

Comprare merce usata è sinonimo di risparmio ma anche un modo per liberarsi di tanti articoli vecchi: il carovita infatti ha spinto molti a liberare gli armadi di cose che non si utilizzano , regali ricevuti e mai usati e rivenderli per guadagnarci qualcosa.

Ma non c’è solo il risparmio dietro la logica del “second hand”. E’ anche una questione di sostenibilità ambientale e lotta al consumismo: è cresciuto il valore del riuso come risposta alla sovrapproduzione e all’inquinamento ambientale.